//
reading...
anteprima mondiale, Coreografia, dance film, Danza, Danza contemporanea, danza d'autore, danza nel mondo, debutti danza, Dublin Dance Festival 2012, Festival Danza, Festival di Danza 2012, Festival di Danza Contemporanea 2012, film di danza, News, prime assolute, spettacoli, Uncategorized, Video-Danza, Videodance

Il Dublin Dance Festival inizia questa sera, venerdì 11 maggio 2012 e prosegue fino al 26 maggio.

Milano Arte Expo Danza Dublin Dance Festival

Dublin Dance Festival 2012

Poche ore e aprono i lavori del Dublin Dance Festival 2012, l’evento internazionale di danza più importante nel calendario dei festival artistici irlandese. Ogni anno riunisce artisti della danza, coreografi e spettacoli provenienti da tutto il mondo, per condividere la danza contemporanea con il pubblico. Giunto all’ottava edizione, dall’agosto 2011 ha come direttore artistico Julia Carruthers.

Milano Arte Expo Danza Dublin Dance Festival 2012

Dublin Dance Festival 2012

My first Festival and Dublin’s 8th brings together a range of work that is sure to provoke new and different responses. There is revolution, comedy, intrigue, a choir, a coffin, slapstick, invisible objects, virtuoso performers and much more. Dance’s customary international relations miracle gathers together artists from over 17 countries to show audiences in Dublin what’s happening both at home and internationally.

There is no carefully engineered Festival theme this year, but we will share dance that can make you feel and imagine more intensely – this is dance revealing what it is to be alive.

Heartfelt thanks to my industrious office team, the DDF Board, colleagues in partner venues and the wider dance community, and old acquaintances for sound advice, a fast track into things Dublin, good coffee and casseroles – and for keeping me sane (I think).” Julia Carruthers

Milano Arte Expo Danza Body And Forgetting_LizRoche Foto di Fionn Mc Cann

Body And Forgetting_Liz Roche Foto di Fionn Mc Cann

Il Festival stasera apre con due performance coinvolgenti: BODY AND FORGETTING (in Prima Mondiale) di Liz Roche Company e THE WAKE di Sarah Dowling. Liz Roche, la coreografa, è nota per la sua consuetudine nel mettere in scena performance al tempo stesso delicate e potenti. In Body and Forgetting, che azzardiamo a tradurre Corpo e Oblio, esplora i temi della perdita, della separazione, della speranza e del controllo, osservando come le persone investano sempre molto nel ricordare e nel farsi ricordare. I danzatori, Justine Cooper, Alexandre Iseli, Liv O’Donoghue, Lucia Kickham, tutti notevoli, appaiono sia nel film (che si relaziona con loro) che sul palcoscenico, come a creare diverse visioni/versioni di sé stessi. Sono sempre in dialogo, e in un dialogo in movimento, con le versioni filmate di loro stessi. Attraverso il movimento riflettono sull’importanza degli oggetti, dei ricordi, di lettere, diari.

“In the end, despite and because of the chaos, there will always be chances blooming and dying around us like small Gods, until we pick one – maybe from love or whim or to stop the convulsion of loss”

Milano Arte Expo Danza Body and Forgetting Foto di Fionn Mc Cann

Body and Forgetting Foto di Fionn Mc Cann

Questo slideshow richiede JavaScript.

The Wake si anima di due solisti del Royal Ballet che condividono la scena con due musicisti tradizionali irlandesi. Come una novella, una favola questa performance racconta di vita e di morte, “The living and dead entwine in the twilight hours after a husband’s death – but there is joy amid the sadness”. Il duetto, originariamente concepito per i danzatori Geir Hytten e Vini Salles, in questa occasione è interpretato da Kristen Mc Nally e Thomas Whitehead; in scena con loro anche la cantante e compositrice Brona Mc Vittie e la violinista Ruth Elder. Irlandese di nascita, Sarah Dowling è artista associata della Royal Opera House e una performer di Punchdrunk.

Milano Arte Expo Danza Set and Reset Trisha Brown Foto di Naoya Ikegani

Set and Reset Trisha Brown Foto di Naoya Ikegani

Ospite d’onore del Dublin Dance Festival sarà, venerdì 18 maggio 2012, Trisha Brown Dance Company con un mix di pezzi storici e famosi della coreografa americana: Accumulation (1971), Set and Reset (1983), Les Yeux et l’âme (2011), Spanish Dance (1973) and For M.G: The Movie (1991). Trisha Brown è figura leggendaria della modern dance americana e il pubblico irlandese per tre sere consecutive avrà la possibilità di vedere il lavoro della coreografa, e soprattutto i lavori che hanno influenzato generazioni di danzatori e coreografi.

Fino al 26 maggio sono molti i nomi che si alterneranno sui palcoscenici del Dublin Dance Festival: Aracaladanza, Yuval Pick, Mette Edvardsen, Liv O’Donoghue, Howool Baek, DanceHouse, Dmitrijs Gaitjukevich, Alexander Andriyashkin, junk ensemble, Alan Gilsenan, The Lir, Luca Silvestrini’s Protein, Grafton Street, Jonathan Burrows & Matteo Fargion, Aakash Odedra, Arts Technology, Research Lab, Divya Kasturi, Divya Kasturi, Brokentalkers.

Federicapaola Capecchi

Milano Arte Expo Danza Trisha Brown For MG the movie

Trisha Brown For MG the movie

Informazioni e biglietti:

+353 1 672 8815

Dublin Dance Festival Box Office, Filmbase Curved Street, Temple Bar

Dublin Dance Festival
26 South Frederick Street
Dublin 2
Ireland

TEL: +353 1 679 0524
FAX: +353 1 679 1685

info@dublindancefestival.ie

http://www.dublindancefestival.ie

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >

mito fringe a milano

mito fringe Milano arte e cultura, MITOFRINGE
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
Stazione M2 Cadorna Music Corner
Orario: 13.00
Genere: Classica
Trio Clarinetto:
nasce alla Scuola Musicale di Milano. Il Trio Clarinetto si è esibito in diverse rassegne milanesi tra cui “Benvenuta Primavera”.
 MITOFringe >>>

Stazione M2 Garibaldi Music Corner
Ore 13.00, Genere: Jazz. Il repertorio del Maurizio Signorino Trio ...
 MITOFringe >>>


Biblioteca Baggio – Sala Narrativa
Ore 18.00, Genere: Classica. ll TRIO EUFONE’ presenta un progetto centrato su Claude Debussy, nell’anno del 150esimo annivers. della nascita. Brani da Syrinx per Flauto solo, 1re Arabesque, Suite Bergamasque.
 MITOFringe >>>
Pinacoteca di Brera Cortile d’Onore
Ore 13.00, Genere: Visual- Sonoro. Freecanvas è un progetto tra musica e pittura, un incrocio di arti diverse ma con un senso comune: la composizione libera. Mentre i musicisti suonano, Ambra Rinaldo ‘suona la tela’...
MITOFringe >>>

Amici del Loggione del Teatro alla Scala
Orario: 17.30
Genere: Educational
A cura di: Bianca De Mario. In occasione del 150esimo anno dalla nascita di Claude Debussy, Bianca De Mario racconta la sua figura...
MITOFringe >>>

Feltrinelli Express, Stazione Centrale, Ore 18.30, Genere: Jazz. Il quartetto Monk’s Dream è ispirato alla musica di Thelonius Monk..
MITOFringe >>>
Teatro Franco Parenti, Milano arte spettacoli e cultura
Teatro Franco Parenti, PUGAČËV, Milano arte spettacoli e cultura

20|22 giugno ore 21.15
PUGAČËV - di Sergej Esenin
Il poema drammatico del grande poeta russo Sergej Esenin attraversa la vicenda della “rivolta degli orfani”, che infiammò la Russia del Sud tra il 1773 e 1775, e la rilegge attraverso il prisma della Rivoluzione di Ottobre.
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, NE HO MANGIATA TROPPA, di Umberto Simonetta e Luca Sandri, Milano arte spettacoli e cultura
3 | 8 luglio NE HO MANGIATA TROPPA -  Omaggio a Umberto Simonetta. Scritto e diretto da Umberto Simonetta e Luca Sandri. Canzoni originali di Giorgio Gaber. Con Luca Sandri
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, AMLETO, Filippo Timi, Milano arte spettacoli e cultura

10 | 14 luglio - AMLETO²  - di Filippo Timi. regia di Filippo Timi e Stefania De Santis - Nuova edizione di Amleto: una rilettura dove ogni gesto o parola diventa gioco e voce personale, provocazione intelligente, “hellzapoppin” ad alta gradazione di divertimento.
TEATRO PARENTI >>>

Articoli recenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: