//
reading...
Danza, Coreografia, Comune di Milano, Danza contemporanea, Milano eventi, News, Festival di Danza Contemporanea 2011, danza nel mondo, Emio Greco | PC, Emio Greco, danza d'autore, debutti danza, Festival Danza, Città/Milano, fotografia, installazione site specific, Teatri Milano, Balletto, Pina Bausch, PINA a film for Pina Bausch by Wim Wenders, improvvisazione, coreografia, Milano spettacoli, spettacoli, Rassegna di danza contemporanea, NAO PERFORMING FESTIVAL, NAO Nuovi autori oggi, installazione audiovisiva

NAO PERFORMING FESTIVAL Nuovi autori oggi: Did Studio Milano fino all’11 dicembre 2011

Il progetto biennale, 2010-2011, che sostiene giovani autori nella produzione di progetti multimediali, offrendo supporto tecnico e logistico, tutoraggio e diffusione dei lavori in Italia e all’estero, è nel clou dei lavori, che si chiuderanno il giorno 11 dicembre.

Il progetto, promosso dall’Associazione Ariella Vidach – AiEP, impegnata da oltre due decenni in un percorso di ricerca e sperimentazione che coniuga arti sceniche e nuovi media, coinvolge artisti di fama internazionale nella conduzione dei workshop in programma, per divulgare metodologie e pratiche che incoraggino nuove riflessioni sul linguaggio dei media nell’arte. Nel corso del 2010 è stata istituita una commissione che ha selezionato alcuni giovani autori tra danzatori e coreografi, musicisti, videomakers, fotografi, ed ha offerto loro diversi momenti di incontro e confronto, oltre a workshop tenuti da coreografi di fama internazionale come Ime Essien – Hassel, David Hernandez, Ted Stoffer, Inaki azpillaga – Ultima Vez, Yuval Pick – the Guest Company.

Il progetto di residenza NAO è strettamente collegato al NAO PERFORMING FESTIVAL, che si sta svolgendo al DiDstudio di Milano, ed è occasione di confronto e presentazione per i nuovi autori.

Questa edizione e dedicata ai giovani autori del progetto biennale NAO che hanno prodotto nuove ricerche. Ad ogni spettacolo è associato un incontro di approfondimento con giornalisti e operatori culturali nell’ambito della danza che dialogheranno con il pubblico e gli autori con una recensione delle opere.

Il festival è iniziato il 26 novembre con l’installazione Mind box di Graupner, Zappalà, una particolare slot machine interattiva che si aziona con una moneta da 50 centesimi producendo motivi ritmici sempre nuovi alla base dei movimenti di Roberto Zappalà, in scena virtualmente per ogni spettatore; e con lo spettacolo Come corpo cade della compagnia Schuko (compagnia ospite il prossimo 17 marzo 2012 a Off Label), ispirato al V canto dell’Inferno di Dante e che sviluppa il tema della caduta, metafora dell’amore, della tentazione e della morte, dimensione veramente umana e condizione fisica irreversibile. Il 30 novembre è andato in scena lo spettacolo Birding – 2° studio di Animal Art, Company Blu, coreografia nata dall’esperienza sensoriale, prettamente fisica, dell’osservazione e dell’ascolto degli uccelli e dei loro canti per indagare il tema della separazione, del distacco, quale componente del volo e della sua differenza rituale, immaginale. Mentre la mattina ha visto svolgersi il workshop di Charlotte Zerbey e il post spettacolo l’incontro di approfondimento associato ad ogni evento.

Stasera, venerdì 2 dicembre, si svolge l’incontro Bolero del Drago Rosso in cui Marco Schiavoni, compositore e videografo e Caterina Genta, danzatrice formata alla Folkwangschule di Pina Bausch, presentano la propria ricerca sul dialogo tra musica, danza e linguaggi digitali. All’interno della serata mostreranno lo studio Bolero del Drago Rosso; mentre sabato 3 dicembre va in scena lo spettacolo Metamorphyco – note a margine sui mostri della compagine Anagrama Coreografico: una danza interattiva di corpi lanciati e deformati. Il tempo è canzonato, compresso o dilatato. Una decorazione barocca fa da sfondo fisico e sonoro allo studio in real time del gruppo. Anagrama Coreografico sperimenta l’interazione attraverso una telecamera che cattura le danze e i movimenti di luce modificando il materiale sonoro. La giornata di domenica 4 dicembre, dalla mattina alla sera, è interamente dedicata, con 3 sessioni di lavoro, ai giovani autori. Nervi scoperti, così titola la giornata, è un momento di confronto critico tra giovani autori che metteranno a disposizione materiali coreografici per direzionare le proprie ricerche con l’aiuto di pubblico e critica. Un evento dedicato ai nuovi autori e agli operatori culturali. Dopo un breve riposo di due giorni, si riparte mercoledì 7 dicembre con la terna di eventi: performance, improvvisazione e incontro. La performance è di Andrea Butera, Virginio Castellucchio, una dissacrante storia sulla condizione precaria dei giovani artisti contemporanei che si sviluppa a partire da giochi di parole, dalle suggestioni di Gianni Rodari. L’improvvisazione è un’improvvisazione audiovisiva, In-Somnia, di Andrea Carlotto, sul tema della memoria che si muove in quel territorio particolare, insonne e tormentato, delle nostre coscienze. Giovedì 8 dicembre altre due performances sono una di Golan, Ha, Pecˇarcoreografa israeliana Shimrit Golan, compositore coreano Moon Young Ha, videoartista slovena Ana Pecˇar – Nothing moves without mechanical engineers, risultato di due anni di studio all’interno del progetto biennale NAO; l’altra della coreografa messicana Pilar Gallegos, Mi cuerpo es mi casa, che crea un ponte tra Messico, Spagna e Italia con un progetto di danza digitale che mette in relazione corpo e architettura, in collaborazione con Nuria Prieto, artista multimediale spagnola. Venerdì 9 dicembre sono previste due installazioni e uno spettacolo: I’m all ears, installazione video performance di Rossella Fiumi con montaggio di Corrado Barbetti; Flux di Viola Ongaro, un loop che a ogni ripetizione trova nuovo senso nell’interazione con il pubblico a partire dall’unico suono del respiro; e lo spettacolo Undo della compagnia Ariolfo Varriale, un box interattivo dove applicare alla vita reale le regole di quella virtuale. Immagini proiettate in real time supportano il gioco, proponendo allo spettatore la molteplicita dell’estetica digitale. La chiusura del Festival è affidata al workshop Double Skin Double Mind, sabato 10 e domenica 11 dicembre, tenuto da Vincent Colomes Valls, produzione Ickamsterdam – Emio Greco | PC. Il workshop Double Skin / Double Mind, dei coreografi Emio Greco e Pieter C. Scholten, dal 2004 è un caso studio di ricerca interdisciplinare del progetto Capturing Intention che si concentra sulla trasmissione, documentazione, notazione e ricreazione nella danza. Esito sono il film-documentario Double Skin/Double Mind, un DVD-rom, una pubblicazione e un’installazione interattiva. Ickamsterdam presenta un laboratorio fisico con Vincent Colomes Valls, per scoprire l’esperienza coreografica di uno dei gruppi piu interessanti della scena contemporanea.

LUOGHI

DiD Studio, Milano

Fabbrica del Vapore

via Procaccini 4 – 20154 Milano

PRENOTAZIONI

Associazione Ariella Vidach – AiEP

DiD Studio – Fabbrica del Vapore

via Procaccini 4 – 20154 Milano

T +39 02 345 0996

segreteria@naonuoviautorioggi.net

www.naonuoviautorioggi.net

CREDITS

Progetto di Associazione Ariella Vidach – AiEP

Con il contributo di Fondazione Cariplo

Con il patrocinio di Comune di Milano Assessorato alla Cultura, GAI Associazione per il circuito dei Giovani Artisti Italiani

In collaborazione con Associazione Culturale Lifework, Associazione Sinapsi, Ickamsterdam

DIREZIONE ARTISTICA

Ariella Vidach

Direzione Organizzativa: Anna Cavalleri

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >

mito fringe a milano

mito fringe Milano arte e cultura, MITOFRINGE
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
Stazione M2 Cadorna Music Corner
Orario: 13.00
Genere: Classica
Trio Clarinetto:
nasce alla Scuola Musicale di Milano. Il Trio Clarinetto si è esibito in diverse rassegne milanesi tra cui “Benvenuta Primavera”.
 MITOFringe >>>

Stazione M2 Garibaldi Music Corner
Ore 13.00, Genere: Jazz. Il repertorio del Maurizio Signorino Trio ...
 MITOFringe >>>


Biblioteca Baggio – Sala Narrativa
Ore 18.00, Genere: Classica. ll TRIO EUFONE’ presenta un progetto centrato su Claude Debussy, nell’anno del 150esimo annivers. della nascita. Brani da Syrinx per Flauto solo, 1re Arabesque, Suite Bergamasque.
 MITOFringe >>>
Pinacoteca di Brera Cortile d’Onore
Ore 13.00, Genere: Visual- Sonoro. Freecanvas è un progetto tra musica e pittura, un incrocio di arti diverse ma con un senso comune: la composizione libera. Mentre i musicisti suonano, Ambra Rinaldo ‘suona la tela’...
MITOFringe >>>

Amici del Loggione del Teatro alla Scala
Orario: 17.30
Genere: Educational
A cura di: Bianca De Mario. In occasione del 150esimo anno dalla nascita di Claude Debussy, Bianca De Mario racconta la sua figura...
MITOFringe >>>

Feltrinelli Express, Stazione Centrale, Ore 18.30, Genere: Jazz. Il quartetto Monk’s Dream è ispirato alla musica di Thelonius Monk..
MITOFringe >>>
Teatro Franco Parenti, Milano arte spettacoli e cultura
Teatro Franco Parenti, PUGAČËV, Milano arte spettacoli e cultura

20|22 giugno ore 21.15
PUGAČËV - di Sergej Esenin
Il poema drammatico del grande poeta russo Sergej Esenin attraversa la vicenda della “rivolta degli orfani”, che infiammò la Russia del Sud tra il 1773 e 1775, e la rilegge attraverso il prisma della Rivoluzione di Ottobre.
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, NE HO MANGIATA TROPPA, di Umberto Simonetta e Luca Sandri, Milano arte spettacoli e cultura
3 | 8 luglio NE HO MANGIATA TROPPA -  Omaggio a Umberto Simonetta. Scritto e diretto da Umberto Simonetta e Luca Sandri. Canzoni originali di Giorgio Gaber. Con Luca Sandri
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, AMLETO, Filippo Timi, Milano arte spettacoli e cultura

10 | 14 luglio - AMLETO²  - di Filippo Timi. regia di Filippo Timi e Stefania De Santis - Nuova edizione di Amleto: una rilettura dove ogni gesto o parola diventa gioco e voce personale, provocazione intelligente, “hellzapoppin” ad alta gradazione di divertimento.
TEATRO PARENTI >>>

Articoli recenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: