//
reading...
Coreografia, Danza, Danza contemporanea, danza d'autore, danza nel mondo, debutti danza, Festival d'automne, Festival d'automne 40° edizione, Festival d'automne a Paris, Festival Danza, Festival d’Avignon, Festival di Danza Contemporanea 2011, Fotografia, ImpulsTanz, IMPULSTANZ, IMPULSTANZ, IMPULSTANZ, News, Teatro, Teatrodanza

Meg Stuart, Philipp Gehmacher e Vladimir Miller al Festival d’automne a Parìs

the fault lines, la nuova creazione di Meg Stuart, Philipp Gehmacher e Vladimir Miller, è in scena al Festival internazionale di Parigi, al La Ménagerie de Verre,dal 4 al 9 novembre 2011.

Meg Stuart e Philipp Gehmacher sono due noti coreografi della scena contemporanea, ognuno con uno stile molto distinto. Mentre Meg Stuart è conosciuta per le sue immagini forti ed espressive, il lavoro di Gehmacher è più contenuto. Sono alla loro seconda collaborazione, la prima è stata maybe forever, nel 2007.

the fault lines è un duetto intimo, sottile, poetico, che si muove e anima in una struttura composita per due danzatori e un video artista, Vladimir Miller. La scena, scarna, quasi modesta: due lampade fluorescenti a terra, un grande schermo alla parte, un microfono. Stop. Due corpi. I due corpi sono tutto! Anche le trasformazioni che abiteranno nelle elaborazioni video, in tempo reale, operate da Miller. Due corpi e la loro vulnerabilità sono il punto focale. E l’assoluto fascino della vulnerabilità. Due corpi che si manipolano a vicenda e si sovrappongono, come in un campo di gioco. Infatti si levano in piedi, uno di fronte all’altro, in diagonale, come lottatori. Si separano, si influenzano. Tutto inizia con un abbraccio, che ben presto si trasforma in una lotta. Un confronto intimo, forte e infinitamente ripetuto. I due corpi disegnano e definiscono lo spazio di tracciabilità delle fault lines, i bordi, i confini dei corpi, la dualità, la transitorietà, la delicatezza. Tutto il gioco coreografico, di spazio e di spostamenti nasce dal tatto, dallo studio coreografico del tatto. the fault lines sono il luogo dove sempre si torna, dove si è sicuri di essere distinti, separati, al momento dell’impatto. Due corpi e il loro viaggio sempre integrati nel mondo video di Miller che filma in diretta e in diretta rielabora, filtra, esagera ed edita i video. Quello che inizia come una interazione fisica intensa si muove quasi impercettibilmente in una video installazione affascinante e inquietante. Come è forse inquietante che la vulnerabilità sia così affascinante. Specie del corpo.

 

Federicapaola Capecchi

the fault lines
Creation, Meg Stuart, Philipp Gehmacher, Vladimir Miller
Lighting, Jan Maertens
Sound, Vincent Malstaf
Costumes, Nina Gundlach
Assistant for the creation, Philipp Hochleichter
Assistant for scenography, Ania Pas

La Ménagerie de Verre – Festival d’automne a Parìs

Address:12-14, rue Léchevin – 75011 Paris
Metro: Parmentier / Bus : 96 et 46
01 43 38 33 44
http://www.menagerie-de-verre.org/

00 33 1 53 45 17 17

Production Damaged Goods (Bruxelles), Mumbling Fish (Vienne)
Coproduction
szene salzburg (Salzbourg)
Corealisation
La Ménagerie de Verre (Paris); Festival d’Automne à Paris
With the support of the
Austrian Cultural Forum
Meg Stuart and Damaged Goods are supported by the
Flemish authorities and the Commission of the Flemish Community.
Philippe Gehmacher and Mumbling Fish are supported by the
cultural department of the town of Vienna.
Premiered at Springdance Festival (Utrecht) on April 17, 2010

http://www.festival-automne.com

Meg Stuart http://www.damagedgoods.be

Philipp Gehmacher http://www.philippgehmacher.net/#/onview/news/update-396

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >

mito fringe a milano

mito fringe Milano arte e cultura, MITOFRINGE
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
Stazione M2 Cadorna Music Corner
Orario: 13.00
Genere: Classica
Trio Clarinetto:
nasce alla Scuola Musicale di Milano. Il Trio Clarinetto si è esibito in diverse rassegne milanesi tra cui “Benvenuta Primavera”.
 MITOFringe >>>

Stazione M2 Garibaldi Music Corner
Ore 13.00, Genere: Jazz. Il repertorio del Maurizio Signorino Trio ...
 MITOFringe >>>


Biblioteca Baggio – Sala Narrativa
Ore 18.00, Genere: Classica. ll TRIO EUFONE’ presenta un progetto centrato su Claude Debussy, nell’anno del 150esimo annivers. della nascita. Brani da Syrinx per Flauto solo, 1re Arabesque, Suite Bergamasque.
 MITOFringe >>>
Pinacoteca di Brera Cortile d’Onore
Ore 13.00, Genere: Visual- Sonoro. Freecanvas è un progetto tra musica e pittura, un incrocio di arti diverse ma con un senso comune: la composizione libera. Mentre i musicisti suonano, Ambra Rinaldo ‘suona la tela’...
MITOFringe >>>

Amici del Loggione del Teatro alla Scala
Orario: 17.30
Genere: Educational
A cura di: Bianca De Mario. In occasione del 150esimo anno dalla nascita di Claude Debussy, Bianca De Mario racconta la sua figura...
MITOFringe >>>

Feltrinelli Express, Stazione Centrale, Ore 18.30, Genere: Jazz. Il quartetto Monk’s Dream è ispirato alla musica di Thelonius Monk..
MITOFringe >>>
Teatro Franco Parenti, Milano arte spettacoli e cultura
Teatro Franco Parenti, PUGAČËV, Milano arte spettacoli e cultura

20|22 giugno ore 21.15
PUGAČËV - di Sergej Esenin
Il poema drammatico del grande poeta russo Sergej Esenin attraversa la vicenda della “rivolta degli orfani”, che infiammò la Russia del Sud tra il 1773 e 1775, e la rilegge attraverso il prisma della Rivoluzione di Ottobre.
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, NE HO MANGIATA TROPPA, di Umberto Simonetta e Luca Sandri, Milano arte spettacoli e cultura
3 | 8 luglio NE HO MANGIATA TROPPA -  Omaggio a Umberto Simonetta. Scritto e diretto da Umberto Simonetta e Luca Sandri. Canzoni originali di Giorgio Gaber. Con Luca Sandri
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, AMLETO, Filippo Timi, Milano arte spettacoli e cultura

10 | 14 luglio - AMLETO²  - di Filippo Timi. regia di Filippo Timi e Stefania De Santis - Nuova edizione di Amleto: una rilettura dove ogni gesto o parola diventa gioco e voce personale, provocazione intelligente, “hellzapoppin” ad alta gradazione di divertimento.
TEATRO PARENTI >>>

Articoli recenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: