//
reading...
Alain Platel, circo, circo contemporaneo, Coreografia, Danza, Danza contemporanea, danza d'autore, danza nel mondo, danza urbana, debutti danza, Festival Danza, Festival di Danza Contemporanea 2011, FOCUS 3 - 2 Week End Circo Contemporaneo, FranceDanse, FranceDanse Festival di Danza Contemporanea 2011, FranceDanse Italia, hip hop, News, PROGETTI DI DANZA, Prospettiva 150, Prospettiva 150 Festival d'autunno, Prospettiva 150 Stranieri in Patria, Torinodanza, TORINODANZA FESTIVAL 2011, Uncategorized

La stratégie de l’èchec, 29 e 30 ottobre 2011 a Torinodanza

All’interno del FOCUS 3 – 2 Week End Circo Contemporaneo, Torinodanza festival e di Prospettiva 150 Stranieri in Patria, il Collectif 2 Temps 3 Mouvements presenta la creazione La stratégie de l’èchec.

Uno spettacolo che parte dalle radici del movimento per raggiungere un controllo fisico al limite del virtuosismo. Una sorta di manifesto poetico-politico che unisce hip hop, circo e danza contemporanea. In scena due danzatori molto diversi fisicamente, forse radicalmente opposti, che ritrovano, però, una vicinanza, una fraternità, e le differenze segnano solo l’evoluzione di percorsi individuali. Mathieu Desseigne, danzatore da diversi anni di Alain Platel, fa del suo corpo ciò che vuole; Nabil Hemaïzia rivela la sua particolare sensibilità e impone la sua presenza in questo duetto che pone uno sguardo sul mondo.

Attraverso il linguaggio del corpo, in un originale modo di lavoro, con forme e linguaggi che raramente sono associati e accostati sul palco, La stratégie de l’èchec, pone lo sguardo sul fallimento, o su come il nostro bagaglio culturale e le condizioni sociali, le traiettorie di vita, creino, inducano una sensazione di fallimento. La creazione oscilla tra le promesse e delusioni dei “nostri modelli sociali”. Due corpi in movimento e la loro coesistenza per interessi personali e bisogni collettivi. In un continuo gioco di equilibrio, e di equilibri, tra rassegnazione e resistenza. Trascurare i codici imposti? È possibile? o la delusione collettiva conseguente persuade a compromessi infiniti? O è il contrario? Continuando a ignorare i codici imposti si scende a compromessi con le ovvietà della propria condizione? Questo spettacolo si pone come dura osservazione e critica di tutto il nostro sistema: il sistema del lavoro, il sistema educativo, il sistema vita dove man mano che prendono forma desideri, sogni, ambizioni, obiettivi, contemporaneamente cresce la frustrazione fino all’impatto con la cruda realtà. Quella di un lavoro che non si trova, quella di un lavoro che è il tuo – e corrisponde anche a quello che hai sempre sognato – ma non è rispettato come tale e non ti sostiene, quella della “guerra tra poveri”, dei paradossi, quella di tutti i giorni odierni. Quella, forse, dell’idea rimbombante dell’assenza di una soluzione fino a quando non si riesca nella realtà, come su di un pc, a cliccare la voce “arresto il sistema?” … “Sì”.

Federicapaola Capecchi

Scrive Gwenola David su Danser: “Una voce radiofonica nasale annuncia gioiosa il futuro luminoso delle città nel cuore degli anni 60… e si spegne nella penombra, lasciandosi dietro l’eco pensierosa di un’utopia infrantasi contro gli scogli di una politica sociale troppo azzardata… Mathieu Desseigne inventa una danza che sconvolge le regole ortonormali, rischiando incessantemente la rottura e la caduta. A confronto, l’hip hop agile e muscoloso di Nabil Hemaizia sfida, dialoga, liberando di volta in volta la sua ribellione dal ritmo travolgente o cercando un appoggio solidale. Con La Stratégie de l’échec il Collectif 2 Temps 3 Mouvements svela i retroscena intimi dei falliti della società e firma un’opera tesa come un pugno, a volte troppo verbosa ma sanamente impegnata”.

Chi è Collectif 2 temps 3 mouvements CLICCA

La stratégie de l’èchec

Collectif 2 temps 3 mouvements (Francia)

Fonderie Limone Moncalieri
29 e 30 ottobre 2011
29 ottobre ore 19.30 e 22.00
30 ottobre ore 22.00

coreografia Nabil Hemaïzia e Mathieu Desseigne

consulenza artistica Sylvain Bouillet

danzatori Nabil Hemaïzia e Mathieu Desseigne

arrangiamenti musicali Sébastien Piasco

creazione luci Lucas Toureille

Collectif 2 Temps 3 Mouvements

sostenuta da DRAC et la région PACA, Département du Vaucluse

in coproduzione con Initiatives d’Artistes en Danses UrbainesFondation de FranceParc de la Villette

con il sostegno di Caisse des Dépôts et l’Acsé, Centre de Développement Chorégraphique les Hivernales e le Théâtre des Doms (Avignon)

Per informazioni Tel. 011 5176246 – www.teatrostabiletorino.it

Nei giorni di recita è possibile acquistare i biglietti alla cassa del teatro un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Vendita on-line: www.torinodanzafestival.itwww.teatrostabiletorino.it

info@torinodanzafestival.it

Fonderie Limone Moncalieri, via Eduardo De Filippo angolo via Pastrengo, 88 – Moncalieri (Torino)

INFO STAMPA:

Fondazione del Teatro Stabile di Torino, Settore Stampa e Comunicazione

Carla Galliano (Responsabile), Simona Carrera

Via Rossini 12 – Torino (Italia). Telefono + 39 011 5169414 – 5169435

E-mail: galliano@teatrostabiletorino.itcarrera@teatrostabiletorino.it

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >

mito fringe a milano

mito fringe Milano arte e cultura, MITOFRINGE
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
Stazione M2 Cadorna Music Corner
Orario: 13.00
Genere: Classica
Trio Clarinetto:
nasce alla Scuola Musicale di Milano. Il Trio Clarinetto si è esibito in diverse rassegne milanesi tra cui “Benvenuta Primavera”.
 MITOFringe >>>

Stazione M2 Garibaldi Music Corner
Ore 13.00, Genere: Jazz. Il repertorio del Maurizio Signorino Trio ...
 MITOFringe >>>


Biblioteca Baggio – Sala Narrativa
Ore 18.00, Genere: Classica. ll TRIO EUFONE’ presenta un progetto centrato su Claude Debussy, nell’anno del 150esimo annivers. della nascita. Brani da Syrinx per Flauto solo, 1re Arabesque, Suite Bergamasque.
 MITOFringe >>>
Pinacoteca di Brera Cortile d’Onore
Ore 13.00, Genere: Visual- Sonoro. Freecanvas è un progetto tra musica e pittura, un incrocio di arti diverse ma con un senso comune: la composizione libera. Mentre i musicisti suonano, Ambra Rinaldo ‘suona la tela’...
MITOFringe >>>

Amici del Loggione del Teatro alla Scala
Orario: 17.30
Genere: Educational
A cura di: Bianca De Mario. In occasione del 150esimo anno dalla nascita di Claude Debussy, Bianca De Mario racconta la sua figura...
MITOFringe >>>

Feltrinelli Express, Stazione Centrale, Ore 18.30, Genere: Jazz. Il quartetto Monk’s Dream è ispirato alla musica di Thelonius Monk..
MITOFringe >>>
Teatro Franco Parenti, Milano arte spettacoli e cultura
Teatro Franco Parenti, PUGAČËV, Milano arte spettacoli e cultura

20|22 giugno ore 21.15
PUGAČËV - di Sergej Esenin
Il poema drammatico del grande poeta russo Sergej Esenin attraversa la vicenda della “rivolta degli orfani”, che infiammò la Russia del Sud tra il 1773 e 1775, e la rilegge attraverso il prisma della Rivoluzione di Ottobre.
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, NE HO MANGIATA TROPPA, di Umberto Simonetta e Luca Sandri, Milano arte spettacoli e cultura
3 | 8 luglio NE HO MANGIATA TROPPA -  Omaggio a Umberto Simonetta. Scritto e diretto da Umberto Simonetta e Luca Sandri. Canzoni originali di Giorgio Gaber. Con Luca Sandri
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, AMLETO, Filippo Timi, Milano arte spettacoli e cultura

10 | 14 luglio - AMLETO²  - di Filippo Timi. regia di Filippo Timi e Stefania De Santis - Nuova edizione di Amleto: una rilettura dove ogni gesto o parola diventa gioco e voce personale, provocazione intelligente, “hellzapoppin” ad alta gradazione di divertimento.
TEATRO PARENTI >>>

Articoli recenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: