//
reading...
Aperto Festival, Arte e Danza, Balletto, Biennale Danza, Biennale de la danse de Lyon, Biennale della danza di Lione, Biennale di Venezia, Biennale Venezia, Compagnie Maguy Marin, Coreografia, Danza, Danza contemporanea, danza d'autore, danza nel mondo, debutti danza, Festival Danza, Festival di Danza Contemporanea 2011, FOCUS 4 - Al femminile, FranceDanse, FranceDanse Festival di Danza Contemporanea 2011, FranceDanse Italia, I Teatri di Reggio Emilia, MAGUY MARIN, nouvelle dance, nouvelle dance francese, nouvelle danse, nouvelle danse francese, Opéra de Lyon, Pablo Picasso, Reggioemiliadanza, sabato 29 ottobre 2011, Teatro, Teatro Stabile di Torino, Teatrodanza, Torinodanza, TORINODANZA FESTIVAL 2011, Uncategorized

Compagnie Maguy Marin con Salves per Reggioemiliadanza Aperto Festival

Unica data, a Reggio Emilia, sabato 29 ottobre 2011, per lo spettacolo Salves di Maguy Marin, all’interno di Francedance, la danza francese in tour. La coreografa è stata di recente ospite di Torinodanza festival, 26 ottobre 2011, per il FOCUS QUATTRO al femminile, e ha appena debuttato, in prima assoluta mondiale, con Faces, nuovo lavoro per Le Ballet de l’Opéra deLyon.

Lavorare il nostro pessimismo e le nostre paure e così sfuggire a quella, presente tutt’intorno a noi, che ci schiaccia e ci rende impotenti e tristi.” Maguy Marin

Coreografia per 7 danzatori che attraversa temi cari a Maguy Marin, muovendo in un registro coreografico denso di significati e con una predilezione per la cura del gesto. In Salves si srotola il filo trasparente della storia, quello della grande storia. C’è l’immagine di un destino umano composto da progressi, battute d’arresto e di ripetizioni perpetue che la coreografa mostra come a voler sottolineare che se Walter Benjamin sosteneva che “il pessimismo deve essere organizzato”, l’umanità cui pensa Maguy Marin è pronta a dare vita alle forze di resistenza”. Con la danza si conquistano libertà, non con la sola coscienza. È un impegno etico sempre forte ed evidente quello della coreografa francese. Fa sì che, a volte, le sue creazioni possano “disturbare”, ma risultino poi sempre necessarie. Pensiamo ad alcuni lavori come Turba o Description d’un combat, dove la sua visione del presente è quella di un campo di rovine ereditato dalle grandi catastrofi collettive del XX°secolo, ma che, scena dopo scena, si trasforma in poesia.

In questa nuova piece si osservano i vari periodi storici, tutti attraversati da temi centrali quali la cultura, la libertà nell’arte, la libertà dell’arte che quotidianamente si sgretola e viene ricostruita, riconquistata, una libertà che, messa in pericolo, ritorna instancabilmente …Ricominciare, ricostruire, sempre. Si evocano grandi nomi dell’arte come Delacroix, Picasso, arrivando fino alla Statua della Libertà, la Venere di Milo, persino Elvis Presley. Maguy Marin attinge anche da alcune sue letture: Lucrezio, Franz Kafka, Hannah Arendt, Georges Didi-Huberma, per azzerare il luogo mentale ove possa venir imprigionata ogni mossa degli interpreti, rendendo chiaro che la danza non sarà ingenuamente sentimentale.

Il filosofo Walter Benjamin è citato ma per dire che il lavoro deve proseguire “in modo che le forze di resistenza, la fonte dei momenti inestimabili che sopravvivono all’oblio, possano sorgere e risorgere.” Il tutto in un’alea di piccoli gesti, piccole dimensioni, scarna la scena. Ad attestare l’urgenza, la necessita di un cambiamento epocale, l’esigenza di prendere in mano il destino, costruendo il futuro in modo consapevole, ribellandosi a scelte politiche che sopraffanno l’uomo e i suoi valori. Salves è un’affermazione politica, in forma di danza, senso del teatro, arte dello spazio e conoscenza del ritmo visivo e musicale. Uno spettacolo manifesto. Campanello d’allarme di un mondo malato in cui la rabbia vince ancora sulla disperazione.

Lorsque j’ai entamé cette nouvelle pièce, il m’est revenu à l’esprit ce qui pour Turba nous a enthousiasmé dans le De rerum natura de Lucrèce: les atomes déclinent perpétuellement, mais dans leur chute, ils font à un moment un écart dans leur course, le clinamen. Il suffit qu’un atome bifurque légèrement de sa trajectoire parallèle pour entrer ainsi en collision avec les autres d’où naîtra un monde, l’invention d’une forme nouvelle qui peut donner lieu à des conséquences inouïes.

De même, au sujet de la parabole de Franz Kafka sur laquelle s’appuie notre dernière pièce Description d’un combat, Hannah Arendt écrit que l’homme ouvre par sa présence une brèche dans le continuum du temps entre passé et futur faisant ainsi dévier les forces antagonistes très légèrement de leur direction initiale en créant une force diagonale qui ressemble à ce que les physiciens appellent un parallélogramme de forces.

Faisant allusion à la «perte de l’expérience» de Walter Benjamin provoquée par la répétition des catastrophes collectives du XXème siècle qui ont transformé le présent en un champ de ruines dépourvu d’inscription dans l’histoire, c’est-à-dire sans mémoire ni devenir, Georges Didi-Huberman nous propose dans son livre, Survivance des lucioles

« d’élever, dans chaque situation particulière, cette chute à la dignité, à la beauté nouvelle, en faisant de cette pauvreté même une expérience selon la leçon de Walter Benjamin pour qui déclin n’est pas disparition. » Il faut « organiser le pessimisme » disait Walter Benjamin.

Travailler donc à faire surgir ces forces diagonales résistantes, sources de moments inestimables qui survivent à l’oubli, ces voix qui, du fond des temps, nous font signe.

Travailler notre pessimisme et nos peurs et ainsi échapper à celle, ambiante, qui nous écrase et nous rend impuissants, tristes et fourbus.

Cela, avec l’accompagnement de 7 interprètes, complices des créations antérieures.” Maguy Marin


 

Biografia e storia della compagnia clicca oppure vai sul sito Teatri Reggio Emilia

SALVES di Maguy Marin Compagnie Maguy Marin

Ideazione  Maguy Marin

in collaborazione con  Denis Mariotte
interpreti  Ulises Alvarez, Kais Chouibi,Teresa Cunha, Romain Bertet, Mayalen Otondo, Jeanne Vallauri, Vania Vaneau
assistente  Ennio Sammarco

direzione tecnica e luci Alexandre Béneteaud

scenografia Michel Rousseau

costumi  Nelly Geyres

attrezzeria  Louise Gros, Pierre Treille

suono  Antoine Garry


Coproduzione: Biennale de la danse de Lyon 2010, Théâtre de la Ville de Paris, Centre chorégraphique national de Rillieux-la-Pape – Cie Maguy Marin

TEATRO ARIOSTO

Reggioemiliadanza Aperto Festival
Sabato 29 ottobre, ore 20,30

www.iteatri.re.it/index.jsp

http://www.compagnie-maguy-marin.fr

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >

mito fringe a milano

mito fringe Milano arte e cultura, MITOFRINGE
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
Stazione M2 Cadorna Music Corner
Orario: 13.00
Genere: Classica
Trio Clarinetto:
nasce alla Scuola Musicale di Milano. Il Trio Clarinetto si è esibito in diverse rassegne milanesi tra cui “Benvenuta Primavera”.
 MITOFringe >>>

Stazione M2 Garibaldi Music Corner
Ore 13.00, Genere: Jazz. Il repertorio del Maurizio Signorino Trio ...
 MITOFringe >>>


Biblioteca Baggio – Sala Narrativa
Ore 18.00, Genere: Classica. ll TRIO EUFONE’ presenta un progetto centrato su Claude Debussy, nell’anno del 150esimo annivers. della nascita. Brani da Syrinx per Flauto solo, 1re Arabesque, Suite Bergamasque.
 MITOFringe >>>
Pinacoteca di Brera Cortile d’Onore
Ore 13.00, Genere: Visual- Sonoro. Freecanvas è un progetto tra musica e pittura, un incrocio di arti diverse ma con un senso comune: la composizione libera. Mentre i musicisti suonano, Ambra Rinaldo ‘suona la tela’...
MITOFringe >>>

Amici del Loggione del Teatro alla Scala
Orario: 17.30
Genere: Educational
A cura di: Bianca De Mario. In occasione del 150esimo anno dalla nascita di Claude Debussy, Bianca De Mario racconta la sua figura...
MITOFringe >>>

Feltrinelli Express, Stazione Centrale, Ore 18.30, Genere: Jazz. Il quartetto Monk’s Dream è ispirato alla musica di Thelonius Monk..
MITOFringe >>>
Teatro Franco Parenti, Milano arte spettacoli e cultura
Teatro Franco Parenti, PUGAČËV, Milano arte spettacoli e cultura

20|22 giugno ore 21.15
PUGAČËV - di Sergej Esenin
Il poema drammatico del grande poeta russo Sergej Esenin attraversa la vicenda della “rivolta degli orfani”, che infiammò la Russia del Sud tra il 1773 e 1775, e la rilegge attraverso il prisma della Rivoluzione di Ottobre.
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, NE HO MANGIATA TROPPA, di Umberto Simonetta e Luca Sandri, Milano arte spettacoli e cultura
3 | 8 luglio NE HO MANGIATA TROPPA -  Omaggio a Umberto Simonetta. Scritto e diretto da Umberto Simonetta e Luca Sandri. Canzoni originali di Giorgio Gaber. Con Luca Sandri
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, AMLETO, Filippo Timi, Milano arte spettacoli e cultura

10 | 14 luglio - AMLETO²  - di Filippo Timi. regia di Filippo Timi e Stefania De Santis - Nuova edizione di Amleto: una rilettura dove ogni gesto o parola diventa gioco e voce personale, provocazione intelligente, “hellzapoppin” ad alta gradazione di divertimento.
TEATRO PARENTI >>>

Articoli recenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: