//
reading...
Arte, Arte e Danza, Ballet, Balletto, balletto classico, Cinema, Coreografia, Danza, Degas and the Ballet, Edgar Degas, Emilio Tadini, Fotografia, fotografia, Mostre, Mostre all'estero, Mostre nel mondo, Uncategorized

Degas and the Ballet: Picturing Movement

Edgar Degas, 'Ballet Scene from Meyerbeer’s Opera ‘Robert le Diable’', 1876

fino all’11 dicembre a Londra, un viaggio nel mondo femminile danzato di Degas: sulle punte, tra danzatrici, la ricerca della perfezione dei dettagli e, al tempo stesso, la passione per le inesattezze.

Il 17 Settembre 2011 la Royal Academy of Arts ha inaugurato una mostra storica, che durerà fino a dicembre, incentrata sulla predilezione di Edgar Degas per il movimento, presentandolo proprio come L’Artista della danza.

Degas e la danza: Immaginando il movimento traccia lo sviluppo del linguaggio figurativo del balletto durante la carriera di Degas, dal carattere più documentale degli anni intorno al 1870, all’espressività voluttuosa dei suoi ultimi anni.

La mostra è la prima a presentare il progressivo coinvolgimento di Degas con la figura in movimento, in un contesto di progressi paralleli nel campo della fotografia e del cinema. L’artista infatti era profondamente consapevole di questi sviluppi tecnologici, con cui spesso era direttamente coinvolto.

Edgar Degas, 'Two Dancers on the Stage', c. 1874

La mostra comprenderà circa 85 fra dipinti, sculture, pastelli, disegni, stampe e fotografie di Degas, così come fotografie di suoi contemporanei e documentari di primi film. In esposizione inoltre sarà una selezione di opere provenienti da istituzioni pubbliche e collezioni private in Europa e Nord America, comprese sia opere celebri che alcune poco conosciute.

Edgar Degas, 'The Rehearsal', c. 1874

La mostra, curata da R.Kendall, J. DeVonyar, A. Dumas, prevede anche un evento il 31 ottobre 2011, una free lunchtime lecture by Marie-Claude Elliot, the Wallace Collection: La Vie Parisienne: The Devil and Opera in Degas’ Time. L’evento è fully booked, le prenotazioni sono esaurite … fa riflettere … ma alla Royal Academy Art di Londra sono organizzati e molto cortesi e vi informano che sono esauriti i posti a sedere, ma se non vi crea problemi rimanere in piedi o assistere dalla soglia della porta, sarete i benvenuti, o potrete anche, nel caso, contattando l’ufficio stampa o la Academy stessa, chiedere l’invio di materiale.

Edgar Degas, 'Dancer (Préparation en dedans)', c. 1880-85

Edgar Degas, 'Dancer Adjusting her Shoulder Strap', c. 1895-6

Lasciamo le parole dell’arte e sull’arte a chi ne è maestro, critico e studioso. Ci limitiamo a segnalare questa mostra soprattutto ai danzatori e ai coreografi, non tanto per il personale interesse per questo percorso di Degas, quanto per il senso e la valenza dello studio che Degas compie dei riti e dei gesti delle danzatrici: si sofferma, soppesa, ne studia il modellamento del corpo, fino a rendere anch’egli naturali posture innaturali; restituisce silhouette, dinamiche e plastiche fra tagli prospettici, a volte, fortemente arditi. Coreografia! Come ardite, forse, sono altre sue opere – o composizioni danzate?, movimentate?, drammatiche? (nel senso di azione scenica che compone e interpreta) – dove ogni figura non restituisce un centro ma un fluire di forze che si incontrano e incrociano, rivendicando ognuna, anche gli oggetti, un proprio posto, valore e valenza.

Emilio Tadini, in uno splendido saggio L’occhio della pittura, studia e analizza l’opera L’orchestra dell’Opéra (1868-69) accompagnando mano a mano il lettore a porsi con occhio e sguardo nell’opera, fuori e intorno ad essa. “È qualcosa che a momenti ci sembra addirittura allarmante. Una piccola crisi messa in scena sotto i nostri occhi. Una figura da vedere – prima ancora che da capire, da interpretare. Una crisi come piccola sensazione… È come se stesse nascondendosi, lo spettatore, nel buio del palco. E lì, nascosto, è come se stesse spiando ciò che sta succedendo intorno, nel teatro. Sembra che stia cercando di sottrarsi al riflesso di quella luce violenta che sta esplodendo sul palcoscenico. Come se ne avesse paura. Ma adesso, alla fine, cerchiamo di interpretare contraddicendoci. Ma sì! Forse su questo palcoscenico va in scena la danza della pittura. Splendore e basta. Leggerezza, luminosità. Cose che svaniscono, certo: ma nella pienezza di un godimento. Nel materializzarsi stupefacente, in questa bellezza, di qualcosa di immateriale. È come se venute da molto ma molto lontano ci sorprendessero, ci sbalordissero, qui, per la loro assoluta prossimità. È come se questa bellezza, per un momento, ci facesse sentire in salvo. Una specie di equivalente laico della Grazia divina. Non elargita: conquistata, fabbricata. A forza di pittura. La bella pittura.” Emilio Tadini

Per chi volesse leggere L’occhio della pittura di Emilio Tadini è un’edizione Garzanti, collana Elefanti, ed è disponibile nelle librerie e in consultazione presso Spazio Tadini. Per altre informazioni su Emilio Tadini, Francesco Tadini Archivio Emilio Tadini.

Federicapaola Capecchi

Royal Academy of Arts
Burlington House
Piccadilly
London W1J 0BD

http://www.royalacademy.org.uk

Degas and the Ballet: Picturing Movement

17 September—11 December 2011

In the Main Galleries

Sponsored by BNY Mellon

Contact details for general visitor information
Telephone 020 7300 8000

To book tickets
Telephone 0844 209 0051
(international callers please telephone +44 (0)844 209 0051)

Per acquistare il catalogo della mostra Clicca

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >

mito fringe a milano

mito fringe Milano arte e cultura, MITOFRINGE
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
MITO Milano arte e Cultura, MITOFringe
Stazione M2 Cadorna Music Corner
Orario: 13.00
Genere: Classica
Trio Clarinetto:
nasce alla Scuola Musicale di Milano. Il Trio Clarinetto si è esibito in diverse rassegne milanesi tra cui “Benvenuta Primavera”.
 MITOFringe >>>

Stazione M2 Garibaldi Music Corner
Ore 13.00, Genere: Jazz. Il repertorio del Maurizio Signorino Trio ...
 MITOFringe >>>


Biblioteca Baggio – Sala Narrativa
Ore 18.00, Genere: Classica. ll TRIO EUFONE’ presenta un progetto centrato su Claude Debussy, nell’anno del 150esimo annivers. della nascita. Brani da Syrinx per Flauto solo, 1re Arabesque, Suite Bergamasque.
 MITOFringe >>>
Pinacoteca di Brera Cortile d’Onore
Ore 13.00, Genere: Visual- Sonoro. Freecanvas è un progetto tra musica e pittura, un incrocio di arti diverse ma con un senso comune: la composizione libera. Mentre i musicisti suonano, Ambra Rinaldo ‘suona la tela’...
MITOFringe >>>

Amici del Loggione del Teatro alla Scala
Orario: 17.30
Genere: Educational
A cura di: Bianca De Mario. In occasione del 150esimo anno dalla nascita di Claude Debussy, Bianca De Mario racconta la sua figura...
MITOFringe >>>

Feltrinelli Express, Stazione Centrale, Ore 18.30, Genere: Jazz. Il quartetto Monk’s Dream è ispirato alla musica di Thelonius Monk..
MITOFringe >>>
Teatro Franco Parenti, Milano arte spettacoli e cultura
Teatro Franco Parenti, PUGAČËV, Milano arte spettacoli e cultura

20|22 giugno ore 21.15
PUGAČËV - di Sergej Esenin
Il poema drammatico del grande poeta russo Sergej Esenin attraversa la vicenda della “rivolta degli orfani”, che infiammò la Russia del Sud tra il 1773 e 1775, e la rilegge attraverso il prisma della Rivoluzione di Ottobre.
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, NE HO MANGIATA TROPPA, di Umberto Simonetta e Luca Sandri, Milano arte spettacoli e cultura
3 | 8 luglio NE HO MANGIATA TROPPA -  Omaggio a Umberto Simonetta. Scritto e diretto da Umberto Simonetta e Luca Sandri. Canzoni originali di Giorgio Gaber. Con Luca Sandri
TEATRO PARENTI >>>
Teatro Franco Parenti, AMLETO, Filippo Timi, Milano arte spettacoli e cultura

10 | 14 luglio - AMLETO²  - di Filippo Timi. regia di Filippo Timi e Stefania De Santis - Nuova edizione di Amleto: una rilettura dove ogni gesto o parola diventa gioco e voce personale, provocazione intelligente, “hellzapoppin” ad alta gradazione di divertimento.
TEATRO PARENTI >>>

Articoli recenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: